Donna Moderna

Le 10 migliori ricette di “Xx secolo

  • Spaghetti alla puttanesca ricetta

    Spaghetti alla puttanesca ricetta

    Per quanto riguarda le origini del bizzarro nome esistono diverse interpretazioni: secondo alcuni all'inizio del XX secolo era il piatto offerto in una casa di appuntamenti di Napoli.
  • STOCCAFISSO DEL SECOLO

    Lo stoccafisso del secolo…come mai lo chiamiamo così in casa nostra?per due motivi…inizialmente perché, essendo una ricetta di mio nonno Mimmi, tramandato dai suoi nonni….praticamente è una ricetta dei tempi dei centurioni…e poi per un altro motivo…mia mamma con questa ricetta ha partecipato ad un concorso del “secolo XIX” il quotidiano di Genova ed ha vinto!….più del secolo di così!Semplice e velocissimo ma davvero gustoso.
  • Come cucinare e servire il vitello tonnato

    Come cucinare e servire il vitello tonnato

    Piatto freddo pesente sulle tavole del secolo scorso con un nome non proprio uguale: non si parlava mai di vitello tonnato bensì di vitel tonné. In origine si pensava avesse origini francesi e invece questa sfiziosa ricetta è nata in Italia, precisamente nel cuneese, all'inizio del Diciottesimo secolo. Il vitello tonnato nella versione di Pellegrino Artusi si porta a tavola condito con una salsa senza uova fatta di ventresca di tonno sbriciolata, acciughe, capperi, in una emulsione di olio e limone; la maionese o l'uso delle uova nella preparazione della salsa è una"moda" dell'inizio del ventesimo secolo.
  • Pulire e cucinare le cime di rapa o friarielli

    Pulire e cucinare le cime di rapa o friarielli

    Sono coltivate soprattutto al sud perché la pianta predilige un clima caldo, ma vengono coltivate anche in USA e Australia dove vi giunse durante l’emigrazione del XX sec.
  • Orzetto alla trentina

    Orzetto alla trentina

    Piatto antichissimo, citato in alcuni testi del quindicesimo secolo. Aggiungete l'orzo scolato e lasciate sobbollire per quasi due.Piatto antichissimo, citato in alcuni testi del quindicesimo secolo.
  • Come fare la maionese

    Come fare la maionese

    La salsa maionese nasce approssimativamente nel XIIX° secolo, ma le origini del suo nome sono tutt'ora contese tra i francesi e gli spagnoli: il Larousse Gastronomique sostiene che la parola viene dal francese"moyeu", tuorlo; per gli spagnoli il termine deriva dal catalano"maonesa da Mahón": pare che il Duca di Richelieu andasse pazzo per la salsa maionese, tanto che il suo chef personale la chiamò così per festeggiare la conquista francese di Mahón, centro di Minorca nell'arcipelago delle Baleari, avvenuta nel 1756. La maionese è detta anche salsa"condottiera": secondo la codificazione delle salse operata nel XIX secolo dal gastronomo Antonin Carime, infatti, alla maionese si riconobbe il merito di aver generato numerosissime varianti.
  • Semolina Cake , la torta di semolino del XIX secolo

    Share this on WhatsApp Condividi su: Semolina Cake o torta di semolino. Sono decine le varianti che si trovano in giro. La prima, l’originale, fu pubblicata alla fine del 1800 nel libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” di Pellegrino Artusi. La torta di Semolino è la Ricetta n° 643. Quella di Pellegrino Artusi è ricoperta semplicemente di zucchero a velo. Io l’ho modificata solo leggermente nella base e l’ho arricchita di una farcia di crema al limone. Di seguito troverete sia la ricetta originale che le mie variazioni. Ho provato entrambe, sia la versione di Artusi che ovviamente quella con le mie variazioni. Buona quella originale, per carità… ma la mia ...
  • Pizza fatta in casa: le migliori ricette

    Pizza fatta in casa: le migliori ricette

    Nata a Napoli nel XIX secolo ha ormai tantissime varianti ma un impasto di base preparato sempre con farina, acqua, lievito, olio e sale.
  • Tarte tatin alle mele

    Tarte tatin alle mele

    Si dice sia nato all'inizio del secolo scorso per un errore di due sorelle, Stephanie e Caroline Tatin che, nel preparare in tutta fretta un dolce per i clienti del loro ristorante, avendo dimenticato il fondo di pasta lo aggiunsero sopra, creando così qualcosa di completamente nuovo ma molto apprezzato.
  • Patatine al castelmagno

    Patatine al castelmagno

    Mentre è di qualche secolo più tardi, precisamente del 1722, un decreto di re Vittorio Amedeo II che ordinava la fornitura di forme di Castelmagno al feudatario locale.