Donna Moderna

Le 10 migliori ricette di “Taccole

  • Taccole in padella

    Taccole in padella

    Le taccole in padella sono un piatto semplice da portare in tavola in primavera, quando questi legumi sono di stagione, ecco la ricetta facile e veloce. Prepara le taccole. Spunta 800 g di taccole alle estremità, eliminando, se presente, il filamento laterale. Unisci al soffritto le taccole, lascia insaporire per qualche minuto, mescolando. Trasferisci le taccole saltate nella ciotola, aggiungi la pancetta croccante, mescola con delicatezza e porta in tavola.Sei in cerca di qualcosa di più light? Puoi portare in tavola delle perfette taccole in padella anche seguendo la ricetta di Donna Moderna dedicata ai fagioli piattoni. Puoi cucinare in modo simile anche delle ottime taccole in umido. Aggiungi le taccole, falle insaporire per 1-2 ...
  • Taccole al pomodoro

    Taccole al pomodoro

    Mondare le taccole e lessarle in acqua salata. Far dorare il tutto e poi aggiungere le taccole e far insaporire a fMondare le taccole e lessarle in acqua salata. Far dorare il tutto e poi aggiungere le taccole e far insaporire a fuoco alto per 5 minuti. Prima di servire cospargere le taccole con parmigiano grattugiato.
  • Taccole alla pancetta

    Taccole alla pancetta

    Lessate le taccole in acqua bollente salata per circa 10 minuti. Aggiungete le taccole e fatele insaporire. Disponete le taccole in una pirofila e copritele con le fettine di pancetta e le scaglie di formaggio.
  • Taccole con la scamorza

    Taccole con la scamorza

    Lessate separatamente in acqua bollente salata le taccole e il cavolfiore e scolateli al dente. Insaporite le taccole con 30 g di burro, spruzzatele di vino e lasciatelo evaporare. Passate la scamorza su una graticola rovente; trasferite ogni fetta su una crepe e suddividetevi le taccole e le cimette di cavolfiore.
  • Paccheri taccole e olive

    Paccheri taccole e olive

    Spuntate le taccole, privatele dell'eventuale filo centrale e tagliatele a pezzetti lunghi 2-3 cm. Portate a ebollizione in una pentola abbondante acqua leggermente salata e tuffatevi i paccheri e le taccole. Scolate la pasta al dente e trasferitela, insieme alle taccole, nella padella con il sugo caldo.
  • Taccole brasate allo speck

    Taccole brasate allo speck

    Pulite le taccole, eliminate entrambe le estremità, lavatele e asciugatele; sbucciate lo scalogno e tagliatelo a fettine sottili. Aggiungete le taccole, mescolatele al condimento e copritele con il brodo bollente.
  • Orecchiette patate e taccole

    Orecchiette patate e taccole

    - 300 g di orecchiette secche - 600 g di polpo già pulito - 200 g di patate - 100 g di taccole surgelate - una cipolla, - una carota - una costola di sedano - uno scalogno - un ciuffo di prezzemolo - un cucchiaio di aceto - 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva - sale Portate a ebollizione abbondante acqua, salatela, immergetevi le patate e le orecchiette e, quando mancano 3 minuti al termine della cottura, aggiungete le taccole a pezzi.
  • Taccole al formaggio

    Taccole al formaggio

    Portate a ebollizione abbondante acqua in una casseruola, salatela, immergetevi le taccole e cuocetele per 20 minuti circa dalla ripresa del bollore. Disponete taccole e formaggio nell'insalatiera e mescolate per ben condirle.
  • Insalata tiepida di taccole

    Insalata tiepida di taccole

    Scaldate 20 g di burro in una padella, unite una scatola da 400 g di taccole al naturale sgocciolate e sciacquate e una presa di sale e fatele insaporire per 2-3 minuti; scolatele dal fondo di cottura e distribuitele nei piatti; mettete nella padella 16 code di gambero sgusciate e cuocetele a fiamma alta fino a quando diventano opache; regolate di sale e disponetele sulle taccole.
  • Sufflé di taccole

    Sufflé di taccole

    COMESI PREPARA Mondate le taccole, privandole degli eventuali fili; lavatele e lessatele per 10 minuti in una pentola con acqua bollente salata. Incorporate, uno alla volta, i tuorli, quindi le taccole e per finire gli albumi montati a neve rigirando dal basso verso l'alto per non smontarli.
  • Scopri anche