Donna Moderna

Le 10 migliori ricette di “Sformato di cardi

  • Sformato di cardi

    Sformato di cardi

    Mettere i cardi in una pentola, aggiungere il burro, uno spicchio d'aglio, la salvia, il sale e il pepe e fare evaporare quel po' di acqua che e' rimasta all'interno delle coste.
  • Ricetta Sformato di cardi

    Ricetta Sformato di cardi

    Mondate i cardi privandoli dei filamenti esterni e tagliateli a pezzetti di 2 cm di lunghezza.
  • Ricetta Sformato di zucca e cardi

    Ricetta Sformato di zucca e cardi

    Pulite i cardi, togliete i filamenti, tagliateli a pezzi di 3 cm e metteteli in acqua fredda con il succo di limone. Lessate i cardi in abbondante acqua bollente salata per 20 minuti e poi scolateli. Cuocete lo sformato in forno già caldo a 180° per 30 minuti o finché in superficie si sarà formata una crosticina dorata;
  • Ricetta Sformato di cardi con zabaione salato

    Ricetta Sformato di cardi con zabaione salato

    Mondate i cardi, eliminate i filamenti e le estremità dei gambi, lavateli e asciugateli con carta assorbente da cucina, infine tagliateli a dadini.
  • Cardi fritti

    Cardi fritti

    Pulite i cardi conservandoli, una volta puliti, in acqua acidulata con limone affinché non anneriscano. Intanto mettete sul fuoco una pentola con acqua e raggiunto il bollore salatela e lessatevi i cardi. Raggiunto il giusto grado di cottura, scoPulite i cardi conservandoli, una volta puliti, in acqua acidulata con limone affinché non anneriscano. Intanto mettete sul fuoco una pentola con acqua e raggiunto il bollore salatela e lessatevi i cardi. Raggiunto il giusto grado di cottura, scolate i cardi e fateli raffreddare. Prendete a due a due i cardi lessati, strizzateli dall'acqua e passateli prima nella farina e poi nell'uovo. Fate scaldare bene abbondante olio in una padella, quindi tuffatevi i cardi e fateli friggere ...
  • Cardi trippati

    Cardi trippati

    Togliete le costole più dure ai cardi e tagliate quelle tenere in pezzi di 7 cm circa. Strofinate il tutto con 1/2 limone e tuffate i pezzi di cardi in acqua acidula.Togliete le costole più dure ai cardi e tagliate quelle tenere in pezzi di 7 cm circa. Strofinate il tutto con 1/2 limone e tuffate i pezzi di cardi in acqua acidula; mettete a cuocere i cardi in acqua leggermente salata a fuoco basso per 2 ore, quindi sgocciolateli, fateli freddare e asciugateli. A parte, in un tegame, fate soffriggere il burro con la cipolla finemente tritata e sistemate i cardi perchè si insaporiscano.
  • Come cucinare i cardi

    Come cucinare i cardi

    Come cucinare i cardi Oggi i cardi sono rinomati e apprezzati sia in cucina per il sapore particolare, tra l’amarognolo e il dolciastro, ottenuto grazie al processo d’imbianchimento al quale è sottoposta la pianta in vista della commercializzazione sia per le caratteristiche nutrizionali e terapeutiche, grazie alle quali si ottengono notevoli benefici. Risotto ai cardi con bagna cauda Come cucinare i cardi crudi I cardi vanno consumati cotti, solo la varietà “cardo gobbo” di Nizza Monferrato è adatto ad essere consumato crudo. Come cucinare i cardi bolliti - I cardi bolliti sono, in assoluto, il modo più semplice per cucinarli: Pulisci i cardi con cura, lavali e tuffali in abbondante acqua bollente. I tempi di ...
  • Cardi al latte

    Cardi al latte

    Pulite i cardi dai filamenti esterni più duri, avendo l'accortezza d'indossare dei guanti monouso per non macchiarsi le mani. Via via che i cardi saranno ripuliti dai filamenti, riponeteli in una ciotola dove avrete preparato dell'acqua.Pulite i cardi dai filamenti esterni più duri, avendo l'accortezza d'indossare dei guanti monouso per non macchiarsi le mani. Via via che i cardi saranno ripuliti dai filamenti, riponeteli in una ciotola dove avrete preparato dell'acqua acidulata con del limone. Portate una pentola d'acqua salata ad ebollizione, quindi tuffatevi i cardi e fateli lessare fino a che risulteranno morbidi. Quando l'aglio sarà appena dorato, rimuovetelo dalla padella, unite il burro ed i cardi precedentemente preparati. Fate saltare i cardi per ...
  • Cardi gratinati al tartufo

    Cardi gratinati al tartufo

    Pulire i cardi, tagliarli a pezzi di 6-7 centimetri, eliminare i filamenti. Stemperare la farina con un po' di acqua fredda in.Pulire i cardi, tagliarli a pezzi di 6-7 centimetri, eliminare i filamenti. Stemperare la farina con un po' di acqua fredda in una pentola, aggiungere il rimanente succo di limone, riempire d'acqua, aggiungere un pizzico di sale e immergere i cardi fatti sgocciolare. Scolare i cardi e sistemarli in una pirofila unta di burro. Sbattere in una ciotola le uova con il grana, un pizzico di noce moscata, la besciamella, il sale e il pepe, versare sopra ai cardi. Servire i cardi caldi dopo averli cosparsi con lamelle di tartufo bianco d'Alba.
  • Come pulire i cardi

    Come pulire i cardi

    Come pulire i cardi I cardi sono piante erbacee perenni, parenti stretti del carciofo perché appartenenti entrambi alla famiglia delle Asteracee di origine mediterranea. Come scegliere i cardi Le diverse varietà di cardi - Ci sono principalmente due varietà botaniche: la Silvestris, meglio conosciuto anche come cardo selvatico, utilizzato non soltanto in cucina, come il cardo coltivato, ma anche per la preparazione del caglio; e la altilis o cardo domestico o a coste che rispetto al cardo selvatico, da cui discende, è più grande, con coste lunghe e tenere e steli esterni più duri e robusti, talvolta ricoperti da spine. Le varietà più pregiate di cardi usate in cucina sono quelle che subiscono il processo ...
  • Scopri anche