Donna Moderna

Le 10 migliori ricette di “Lignano pineta

  • Pasta con i surimi ricetta facile e gustosa

    La prima volta che abbiamo mangiato questo piatto è stato tantissimi anni fa in un ristorante a Lignano Sabbiadoro, la caratteristica di questo locale è che servono i loro piatti in grandi padelle, tanto che una porzione è per 2 persone.
  • Pan d'arancio

    Dove gli odori salmastri del vicino mare e quelli della pineta alle spalle si mischiavano regalando all’aria un profumo particolare, indefinibile.
  • Farro e zucchine

    Ottimo per un pranzo fuori porta, prato, pineta, montagna o mare che sia, il farro con zucchine è buonissimo e molto apprezzato in ogni situazione.
  • Sugo light con verdure: non solo per la pasta

    La passeggiata mattutina in pineta anche stamattina ha dato i suoi frutti; un bel mazzolino di asparagi selvatici, che sono andati ad arricchire di sapore il sugo light con verdure per condire la pasta di mezzogiorno.
  • Torciglione con pomodorini e olive

    A noi piace moltissimo passare il fine settimana all’aria aperta facendo lunghe passeggiate al mare o in pineta.
  • Frittata agli asparagi selvatici

    Le domeniche di primavera, con mamma, papà, nonni, zii erano l’occasione per andare a scovare, in pineta, tanti asparagi selvatici con i quali poi, la sera, si preparavano gustosi risotti e frittatone giganti.
  • Ganache al cioccolato fondente

    la pineta qua davanti s’è trasformata in una foresta pluviale, con tanto di muschi, licheni, liane, felci e quant’altro.
  • Ricette Torte Salate

    Io preparo le Torte Salate spessissimo d’ estate per il pranzo fuori casa, quando andiamo con la famiglia al mare o in pineta, ma sono ideali anche per Buffet, Finger food, festicciole per grandi e piccini.
  • Torta salata zucchine e prosciutto

    Io l’ ho preparata per portarla al mare, ma altre volte per una gita in pineta, insomma è perfetta anche davanti alla tv come stuzzichino.
  • Ciambella romagnola alla ricotta ricetta

    La ciambella alla ricotta è uno dei ricordi più dolci e indelebili della mia fanciullezza, la nonna che, oltre alla casa accudiva anche noi bambine, una volta alla settimana, durante il periodo estivo e ci portava con sè a piedi alla fattoria oltrepassata la pineta, dove a volte o comprava oppure scambiava con ortaggi e uova della ricotta freschissima con la quale preparare la ciambella o per altri impieghi culinari.