Donna Moderna

Le 10 migliori ricette di “Crispelle

  • Crispelle di Bianculidda

    Crispelle di Bianculidda

    In una padella, fate ben riscaldare dell'olio e, con un cucchiaio, versate delle porzioni dell'amalgama ottenuta. Si formeranno subito delle polpette che, appena dorate, si porranno su carta assorbente perchè perdano l'unto di frittura.In una padella, fate ben riscaldare dell'olio e, con un cucchiaio, versate delle porzioni dell'amalgama ottenuta. Si formeranno subito delle polpette che, appena dorate, si porranno su carta assorbente perchè perdano l'unto di frittura. Vanno servite ben calde, guarnite con fettine di limone.
  • GialloZafferano

    GialloZafferano

    Le crispelle sono uno sfizioso cibo da strada a base di pasta per il pane fritta. Le crispelle sono diffuse soprattutto nel Sud d’Italia.Per preparare le crispelle iniziate setacciando la farina in una ciotola ed aiutandovi con un colino a maglie molto strette 1. Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura di 180°C immergetevi le crispelle che avrete preparato 13. Girate di tanto in tanto le crispelle mentre friggono per consentire una frittura uniforme 14. Quando avranno rilasciato l’olio in eccesso salate a piacimento le vostre crispelle e servitele immediatamente 18.
  • Crispelle

    Crispelle – Monacelle sono un fritto rustico che si usa tanto per la festa di S. Martino. Ogni paese ha le sue usanze, nel mio la sera di S. Martino si usa mangiare il baccalà fritto, le Crispelle-Monacelle, si preparano i “cullurialli” Naturalmente è d’obbligo fornirsi di vino novello per accompagnare tutto questo ben di Dio. Le crispelle-monacelle non sono buone solo a S.Martino, ma tutte le volte che si ha voglia di qualcosa di rustico e buono da gustare in bella compagnia. Lavare e diliscare le alici sotto sale Distribuirli nell’impasto in modo da prendere un cucchiaio d’impasto e un filetto di alici e formare le crispelle, friggerle in abbondante olio, girandole una sola ...
  • Crispelle reggine

    Continuare come se si volessero dare “schiaffi” all’impasto per molti minuti, questa operazione che dovrà essere molto energica è importante per far entrare aria nell’impasto e rendere le Crispelle reggine dopo la cottura morbide e ben alveolizzate. Fare molta attenzione al tempo di cottura delle Crispelle, appena vengono messe a friggere, devono essere girate quasi subito, altrimenti se cuociono troppo da un lato poi non si riesce a rigirarle per completare la cottura. Quest’ultimo passaggio è molto importante per far entrare aria nell’impasto e rendere le Crispelle reggine dopo la cottura morbide e ben alveolizzate. Fare molta attenzione al tempo di cottura delle Crispelle, appena vengono messe a friggere, devono essere girate quasi subito, altrimenti ...
  • Crispelle Calabresi

    Mettete abbondante olio in una padella capiente appena l’olio è caldo friggete le prime crispelle da fare dolci. Aggiungete a cucchiaiate, aiutandovi con due cucchiai l’impasto delle crispelle, oppure tirando l’impasto, che risulta elastico con le mani. Ecco pronte le Crispelle Calabresi da gustare come antipasto quelle salate e come dessert da farcire anche con nutella quelli dolci, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino rosso.
  • Crispelle di zucchine

    Versate l’impasto delle crispelle di zucchine in una ciotola, coprite con pellicola e riponete a lievitare fino al raddoppio e fino a quando in superficie si saranno formate delle bolle. Friggete 5/6 crispelle per volta per non abbattere la temperatura dell’olio. Rigirate spesso le crispelle e quando saranno belle dorate trasferitele su un foglio di carta assorbente. Servite calde le crispelle di zucchine e buon appetito! Volete dedicare una serata a base di crispelle? Qui ci sono le mie ricette: crispelle alle olive, crispelle al cioccolato, zeppole di baccalà.
  • Monacelle o crispelle calabresi

    Le crispelle calabresi sono dei fritti sfiziosi tipici calabresi. Crispelle o grispelle, monacelle, zippule, si tratta in ogni caso di frittelline di pasta cresciuta farcite con acciughe. Ingredienti per circa 10 crispelle calabresi Monacelle o crispelle calabresi Io preferisco questo secondo metodo, così la farcitura è uniforme in tutte le crispelle. Friggete poche crispelle alla volta facendole dorare uniformemente, poi sollevatele con una schiumarola, riponetele in un contenitore rivestito di carta assorbente per asciugare l’olio in eccesso e gustatele subito caldissime.
  • Crispelle di riso catanesi

    Le crispelle di riso sono dei dolci tradizionali della Sicilia sud-orientale. Il cuore della tradizione delle crispelle è Catania, dove le preparano per strada anche in versione salata, ma anche a Ragusa, la mia città, si trovano praticamente in tutti i bar. A Ragusa la tradizione delle crispelle è un po’ cambiata, ormai “vanno di moda” delle crispelle più raffinate, dall’impasto più liscio, e ricoperte di crema al cioccolato bianco o nero, ma le crispelle tradizionali hanno una forma più irregolare, perché impastate con i chicchi di riso interi, una consistenza diversa e vengono servite con sopra una colata di miele. Le crispelle di riso mi riportano alla mia infanzia, perché mio papà ne andava ...
  • Crispelle di riso catanesi

    Versate l’olio di semi di girasole in un pentolino e, non appena sarà arrivato a temperatura, friggetevi le crispelle di riso fino a doratura rigirandole di tanto in tanto. Quando le crispelle saranno ben dorate, toglietele dall’olio e ponete su un vassoio con carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Servite le crispelle di riso catanesi intingendole nella salsa ben fredda. Le crispelle di riso catanesi fanno parte della tradizione siciliana, in particolare della città di Catania come lo stesso nome richiama.
  • Crispelle di Riso

    Friggere le Crispelle di Riso in Olio ben caldo fino a completa ed omogenea doratura, poi spostare su carta assorbente a sgocciolare. Al momento di servire, ammorbidire il Miele con il succo d’Arancia filtrato e versare sulle Crispelle di Riso. Friggere le Crispelle di Riso in Olio ben caldo fino a completa ed omogenea doratura, poi spostare su carta assorbente a sgocciolare. Al momento di servire, ammorbidire il Miele con il succo d’Arancia filtrato e versare sulle Crispelle di Riso.
  • Scopri anche