Donna Moderna

Le 10 migliori ricette di “Come pulire i calamari

  • Come pulire i cardi

    Come pulire i cardi

    Come pulire i cardi Come pulire il cardo selvatico - Per pulire il cardo selvatico indossa dei guanti per evitare di pungerti con le spine e procurati un coltellino ben affilato. Come pulire il cardo a coste - Il cardo domestico che troviamo sui banchi del mercato, solitamente è già pulito delle parti più esterne della pianta e dalle lamine delle foglie, il suo aspetto ricorda vagamente il sedano ma al di là della forma allungata, però, non vi è altra somiglianza. Per pulire questo ortaggio è necessario togliere i filamenti che si trovano sulla superficie della costa.
  • Pulire i carciofi

    Pulire i carciofi

    Come pulire i carciofi Per pulire bene un carciofo occorre prima di tutto eliminare le punte spinose tagliando l’ortaggio a circa 2 terzi di altezza. Come pulire i carciofi interi Come pulire i carciofi per farli ripieni
  • Come pulire i fasolari

    Come pulire i fasolari

    Come pulire i fasolari
  • Come pulire le carote

    Come pulire le carote

    Questi ortaggi non vanno mai pelati, ma raschiati con la lama del coltello o meglio, privati della parte superficiale con un pelapatate. Tagliate poi le estremità e lavateli acccuratamente sotto il getto dell’acqua corrente per eliminare eventuali residui di buccia e altre impurità. Se le carote sono giovani lasciatele intere o tagliatele seguendo le indicazione della ricetta prescelta. Se invece sono piuttosto grosse e “vecchie” dovete eliminare la parte centrale dura. Pertanto dividete la carota a metà nel senso della lunghezza mettendo a nudo il cuore legnoso. Inserite quindi la punta di un coltellino tra l’anima centrale che si presenta con un color arancio molto chiaro e la parte arancione vivo della polpa. Fate leva ...
  • Come pulire gli asparagi

    Come pulire gli asparagi

    Come prima operazione prendete un asparago alla volta e, con un coltellino asportate un sottile strato di pellicola che ricopre la parte bianca e terrosa. Riunite gli asparagi puliti in mazzetti dividendoli secondo le dimensioni, legateli con lo spago e appoggiateli sul tagliere: eliminate le parti terminali dei gambi, pareggiandoli. A questo punto sono pronti per la cottura.
  • Pulire le zucchine

    Pulire le zucchine

    Per preparare le zucchine alla cottura è importante prima di tutto ricordare di lavarle prima di togliere le estremità: la polpa già acquosa, assorbirebbe altro liquido perdendo sapore e consistenza. Detto questo, vi insegniamo come tagliarle in modi diversi a seconda della preparazione. Se la ricetta a cui sono destinate prevede le rondelle, mettete una zucchina alla volta sul tagliere, tenetela ferma con la mano sinistra ripiegando le dita verso l’interno e cominciate a tagliare guidando la lama con le nocche in modo da ottenere fettine uguali. Per ottenere dei bastoncini, dividete la zucchine in 2-3 tronchetti, poi tagliate ogni tronchetto a metà. Tenete fermo il mezzo tronchetto con la parte tagliata verso l’alto e ...
  • Come pulire le coste

    Come pulire le coste

    Testo copiato correttamente Le operazioni che vi indichiamo sono valide anche per le biete e le bietoline da taglio anche se non presentano una costola centrale così marcata. Mettete le coste sul tagliere e incidetele con un taglio a triangolo in modo da separare la foglia verde dalla costa bianca. Incidete la punta del “triangolo” della costa bianca e tiratela verso il lato opposto per eliminare i filamenti duri molto simili a quelli del sedano. Girate la costa e fate la stessa operazione anche dall’altro lato. A questo punto spezzettate le foglie verdi con le mani e tagliate a pezzetti le coste bianche. Lavate tutto in acqua fredda, più volte, per eliminare i residui di ...
  • Pulire i fagiolini

    Pulire i fagiolini

    Anche se sono piccoli e teneri, questi ortaggi vanno preparati con cura. Prendete un fagiolino alla volta, con un coltellino staccate il picciolo e tiratelo verso l’esterno così da togliere il filo legnoso che corre lungo il baccello. Lavate poi i fagiolini sotto l’acqua corrente strofinandoli con le mani per togliere le impurità, sgocciolateli e cuoceteli secondo le indicazioni della ricetta. Un consiglio: quando li lessate, immergeteli in acqua bollente salata a cui avrete unito un cucchiaino di farina, così manterranno il loro colore brillante. Condividi
  • Calamari ripieni

    Calamari ripieni

    Calamari ripieni I calamari ripieni sono un secondo piatto di mare davvero appetitoso! Nella ricetta di Grazia i calamari sono farciti con un ripieno saporito creato con i tentacoli e le pinne tritati e saltati in padella, uno spicchio di aglio, mollica di pane, capperi, uovo e olive nere. I calamari ripieni sono poi passati in padella in un fondo di cottura gustosissimo, arricchito da pomodorini freschi e profumato con vino bianco, origano e finocchietto selvatico. Come preparare i calamari ripieni Sciacquate 600 gr calamari medi sotto acqua corrente; con le mani staccate delicatamente la testa dal corpo e tenetela da parte. Svuotate la sacca dei calamari per eliminare delicatamente le interiora e la penna ...
  • Calamari saporiti

    Calamari saporiti

    Calamari saporitiPer preparare i calamari saporiti prima di tutto: sciacquate sotto l'acqua corrente i calamari, eliminate gli occhi e il becco, tagliate il corpo del calamaro ad anelli. Una volta che l'aglio avrà dato aroma all'olio, eliminatelo dalla padella, e mettete all'interno di essa i calamari e, a fuoco alto, salatateli per circa un paio di minuti, girandoli spesso. Regolate di sale e aromatizzate ulteriormente i calamari con il peperoncino rosso piccante affettato. Allontanate dal fuoco, spolverate i calamari con del prezzemolo fresco tritato, conditeli con del succo e scorza di limone grattugiata e un filo di olio extravergine d'oliva a crudo.
  • Scopri anche