Donna Moderna

Le 10 migliori ricette di “Chiodini sott olio

  • Chiodini sott'olio

    Chiodini sott'olio

    - Pulite con cura 2 kg di funghi chiodini prima spazzolandoli, quindi sfregandoli con un panno da cucina umido per eliminare i residui di terra. - Fate imbiondire 5 spicchi di aglio in 2 dl di olio extravergine, togliete l'aglio, incorporate i funghi e bagnate con 1 bicchiere di aceto bianco. - Coprite con olio extravergine di oliva e fate riposare per almeno 1 mese in un luogo buio e fresco.
  • Porcini e chiodini sott'olio

    Porcini e chiodini sott'olio

    Impara a realizzare deliziosi porcini e chiodini sott'olio con Donna Moderna, una conserva autunnale a base di funghi facile da preparare. Pulite 2 kg di funghi porcini e funghi chiodini e tagliate metà quelli più grossi. Sterilizzate i vasi da conserva in acqua bollente; versate sul fondo uno strato di olio extravergine d'oliva, sistematevi parte dei funghi, coprite con altro olio e altri funghi. Controllate che i funghi siano coperti d'olio, profumate con un po' di timo e foglie d'alloro e chiudete i vasi ermeticamente. I funghi sott'olio si conservano per 4 mesi; una volta aperto il vaso, vanno tenuti in frigo e consumati entro una settimana.
  • Ricetta Chiodini sott'olio con acciughe e limone

    Ricetta Chiodini sott'olio con acciughe e limone

    I chiodini sott'olio con acciughe e limone sono una conserva autunnale molto sfiziosa, e veramente profumata. Portate a ebollizione un litro di acqua in una casseruola con l'aceto e il vino; unite mezzo cucchiaio di sale e tuffate i chiodini puliti, qualche rametto di timo, l'alloro, 4-5 grani di pepe e le scorze di 1 limone non trattato. Trasferite i funghi chiodini in un vaso sterilizzato e asciutto e unite anche i filetti di acciuga e gli aromi; coprite con olio extravergine d'oliva, sistemate in superficie l'apposita reticella e tappate. Il giorno successivo, date qualche colpetto al vaso per fare emergere eventuali bollicine d'aria e rabboccate il livello dell'olio, se fosse necessario. Lasciate riposare i ...
  • Chiodini sott’aceto

    Chiodini sott’aceto

    Chiodini sott’acetoQuando volete preparare i chiodini sott'aceto, per prima cosa, riempite una casseruola con abbondante acqua, accendete il fuoco salate l'acqua e portatela a bollore. Mentre l'acqua stà bollendo pulite bene i chiodini, eliminate la parte terrosa dei gambi e cercate di eliminare tutto il terriccio presente. Appena la casseruola con l'acqua raggiunge il bollore, tuffate i chiodini nell'acqua bollente, copriteli e lasciateli sbollentare per 3-4 minuti. Prendete poi dei vasetti di vetro sterilizzati, e mettete all'interno un primo starto di funghi chiodini e versate al suo interno poco aceto aromatizzato. Riempite interamente i vasetti con i chiodini e ricopriteli con l'aceto e gli aromi.
  • Funghetti sott'olio

    Funghetti sott'olio

    Scopri la ricetta facile e golosa dei funghetti sott'olio: una conserva fatta in casa da gustare a tavola come contorno o antipasto veloce. Distribuite un primo strato di olio extravergine d'oliva nei vasi sterilizzati, sistematevi quindi i funghi alternandoli con l'aglio, le erbe e qualche granello di pepe e versando su ogni strato un giro d'olio. Copriteli con altro olio, facendo in modo che il livello del liquido superi quello dei funghetti di un paio di dita, e chiudete con i coperchi. Fate riposare i funghetti sott'olio in un luogo fresco e buio per 1 mese prima di consumarli. Provate a leggere anche quella della conserva di porcini e chiodini sott'olio.
  • Tonno sott'olio

    Tonno sott'olio

    Il tonno sottolio è una classica conserva a base di tonno fresco molto semplice da preparare.Per preparare il tonno sottolio iniziate mettendo il trancio crudo in una ciotola contenente acqua fredda, sciacquatelo ripetutamente in modo che perda tutto il sangue, per evitare che durante la cottura questo si coaguli formando degli antiestetici grumi scuri 1. Quando il tonno sarà completamente asciutto procedete alla sterilizzazione dei barattoli dove conserverete il tonno sott'olio, come indicato nelle linee guida del Ministero della Salute riportate in fondo alla ricetta. Ricopritelo di olio extravergine di oliva avendo cura di coprire completamente il tonno ma di lasciare 1 centimetro di spazio dal bordo del barattolo 12 e, con l'aiuto di un ...
  • Pomodori secchi sott'olio

    Pomodori secchi sott'olio

    I pomodori secchi sottolio sono una conserva diffusa nel Sud Italia, in particolare in Puglia e Calabria: è ideale da gustare come antipasto con fette di pane casereccio tipo pugliese, ma anche per arricchire e insaporire svariate preparazioni a base di carne, verdure e sughi saporiti. I pomodori secchi sottolio si preparano solitamente alla fine dell’estate e si posso gustare per tutto l’inverno. Come preparare i pomodori secchi sott'olio Schiacciate gli strati e versate tanto olio extravergine di oliva da coprire completamente i pomodori secchi; eliminate eventuali bolle d'aria e, per essere certi che restino sempre sottolio, mettete tra la conserva e il coperchio, un dischetto di plastica o due stecchi di legno incrociati. Prima ...
  • Pomodori secchi sott'olio

    Pomodori secchi sott'olio

    I pomodori secchi sott'olio sono una conserva che si preparara essiccando i pomodori al sole o in forno. I ponodori sott'olio hanno un sapore deciso.Per preparare i pomodori secchi sottolio lavate e tagliate i pomodori a metà nel senso della lunghezza. Sistemateli ordinatamente su una leccarda ricoperta da carta da forno 1 e cospargeteli con un po’ di sale, lo zucchero e un filo d’olio 2. Invasate i pomodori secchi sistemandoli a strati, aggiungete un po' d'olio extravergine di oliva e pressateli un po' 8. Proseguite con gli strati e infine ricopriteli completamente d’olio 9, avendo cura di lasciare 2 centimetri di spazio dal bordo del barattolo. In caso si siano formate bolle d'aria all'interno, ...
  • Peperoni sott'olio

    Peperoni sott'olio

    I peperoni sottolio sono una conserva molto saporita, da preparare con ingredienti freschi e di qualità.Per realizzare i peperoni sottolio lavate e asciugate i peperoni, poneteli su una leccarda ricoperta di carta da forno e infornateli a 250° per 30 minuti, rigirandoli di tanto in tanto 1: quando la buccia si sarà colorita su tutti i lati, i peperoni saranno pronti. Dopo aver asciugato i barattoli asciugandoli con un canovaccio pulito che non lasci pelucchi 7, potete iniziare a invasare i peperoni: mettete sul fondo qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, uno spicchio di aglio tagliato a metà e qualche foglia di menta e un pizzico di sale 8, poi adagiatevi un primo strato ...
  • Carciofi sott'olio

    Carciofi sott'olio

    I carciofi sott'olio sono una conserva di cuori di carciofi e olio di oliva. Perfetti da servire come antipasto o come contorno sfizioso.Per realizzare i carciofi sottolio, procedete con la sanificazione dei barattoli. A cottura ultimata trasferite i carciofi in un barattolo da conserve con chiusura ermetica 11, riempite con l’olio di oliva fino a ricoprire completamente i carciofi 12, per una conservazione ottimale si consiglia di riempire il barattolo lasciando 2 centimetri dal bordo e per assicurarsi che i carciofi siano ben immersi nel liquido, Una volta pronti, lasciate raffreddare completamente, poi riponete i vostri carciofi sottolio in dispensa. Se vi accorgete che in questo tempo ha assorbito molto olio, potete procedere con il ...
  • Scopri anche